giovedì 29 aprile 2010

mami wata


Stavo provando a disegnare qualcosa da portare alla Fiera del Libro di Torino, qualcosa di più "ammiccante", per regazzini insomma. E' uscito fuori un mostro con le zinne de fori che fuma una sigaretta, mi congratulo con me stessa!
Comunque, lei è Mami Wata, il personaggio di una leggenda africana (Nigeria e zone limitrofe), una sorta di dea dei fiumi e della fertilità, molto carogna ma anche molto fica: tutte le sue seguaci sono femmine, che le offrono in dono profumi, sigarette, specchietti e collane perchè è molto vanitosa, e quando si impossessa delle donne che ne seguono il culto le rende una sorta di baccanti o di tarantolate.
Bob una volta mi prestò un libro sulle leggende africane, di quei malloppi costosissimi ma super belli con fotone a tutta pagina. Se qualcuno vuole, me lo può regalare.
Cià.

2 commenti:

SilverGirl ha detto...

Ciao marghe, sono julie :) Ho aperto l'ennesimo blog, e visto che ti seguo dai bei tempi andati di splinder è doveroso per me segnalarti questo mio ennesimo triste esperimento di provare a scrivere qualcosa ;)
I tuoi disegni sono sempre migliori, questi mi piacciono un sacco!

Margherita Tramutoli ha detto...

Ma carissima!! Bello sentirti! Grazie per tutti i complimenti, sei deliziosa come al solito. Provvedo subito a correggere l'indirizzo al tuo blog. Ti seguo :)
Baci!